Steve Jobs di Walter Isaacson è forse la biografia più attesa di tutte.
Un’idea regalo originale per il prossimo Natale che appassionerà di certo anche chi è lontano dal mondo hi-tech e dalla tecnologia targata Apple. Senza ombra di dubbio, il libro evento dell’anno, per la gioia della casa editrice che lo pubblica (per l’Italia la Mondadori).

Il clamore mediatico e l’emozione suscitata in tutto il mondo dalla prematura scomparsa di Steve Jobs, infatti, dimostra l’importanza dell’impronta lasciata da questo brillante e geniale imprenditore della Apple da molti considerato un vero e proprio guru, in grado di rivoluzionare il mondo dei computer e della telefonia, ma anche dell’animazione digitale, della musica e dell’editoria digitale.
Proprio per la moltitudine di settori che abbraccia – dagli aspetti più personali al mondo dell’economia e del business, oltre naturalmente a quello dell’hi-tech – la sua biografia si appresta a diventare qualcosa di più di un semplice libro o di un fenomeno di costume.
Per questo può essere quell’idea regalo originale per un amico, per il fidanzato o per un collega che stavate cercando.

A Walter Isaacson, direttore dell’Aspen Institute, il compito di scrivere la biografia ufficiale di Steve Jobs, uscita lo scorso 24 ottobre e naturalmente acquistabile online.
Il libro è di fatto una raccolta delle numerose interviste effettuate al leader maximo di Cupertino e ai suoi famigliari, colleghi, amici e nemici, negli ultimi due anni.
Un lavoro a cui Jobs ha collaborato attivamente, senza però quel controllo maniacale che lo ha contraddistinto nella sua carriera, altra chiave del suo successo oltre alla perfetta combinazione tra creatività e tecnologia. Un libro come si dice in gergo senza peli sulla lingua.

Se non siete sicuri di voler acquistare questo libro, vi consigliamo di leggere l’articolo “Il Vangelo secondo Steve Jobs” pubblicato sul numero di ottobre della rivista Wired (l’abbonamento a Wired è un’altra idea regalo originale per il prossimo Natale!).
Si tratta di alcuni estratti delle interviste rilasciate da Jobs che troverete anche all’interno della biografia, un’anteprima che rende molto bene l’idea sul fenomeno di Cupertino.
Per i puristi, e i lettori della lingua inglese, è possibile comprare online anche la versione rilegata in lingua originale della biografia, edita da Little, Brown Book Group, una volta tanto con copertina e titolo identici alle versioni tradotte.

Nella lezione tenuta da Steve Jobs all’università di Stanford nel 2005, quando la malattia iniziava a sferrare i suoi primi attacchi, il frontman della Apple disse una frase molto significativa da tenere bene a mente: “La morte è la migliore invenzione della vita. È il suo agente di cambio: fa piazza pulita del vecchio per aprire al nuovo. Il tempo è limitato: non sprecatelo vivendo la vita di qualcun altro. Siate affamati. Siate folli”.
Steve Jobs di Walter Isaacson è dunque più di un libro: è un’idea regalo per aprire la mente.